Il fotoinvecchiamento

Quando si parla di invecchiamento cutaneo bisogna fare una distinzione tra cronoinvecchiamento o cronoaging, e fotoinvecchiamento o fotoaging.

Il cronoinvecchiamento è legato all’età e comporta la lenta e progressiva degenerazione dei tessuti.

Il fotoinvecchiamento invece è dovuto all’effetto cumulativo delle radiazioni UV, soprattutto UVA, che rendono la pelle ispessita, ruvida, secca e desquamata, favorendo la comparsa o l’accentuazione delle rughe e delle macchie ipercromiche.

Gli effetti del sole sulla pelle

L’esposizione della pelle alle radiazioni del sole o delle lampade abbronzanti, soprattutto se protratta nel tempo e senza l’utilizzo di un’adeguata fotoprotezione, interferisce con i normali processi biologici cutanei.

I raggi UV causano la formazione dei radicali liberi che alterano il DNA delle cellule della pelle,
danneggiando il collagene e l’elastina.

L’elastina è una proteina che garantisce elasticità alla pelle, mentre il collagene contribuisce a mantenere un’adeguata compattezza cutanea e a preservare l’opportuno stato di idratazione.

La loro alterazione causa dunque perdita di resistenza nella pelle, che risulterà meno soda mentre le rughe appariranno più profonde.

Il tuo dermatologo per la cura della pelle a Roma

Medicalia a Roma è un centro di dermatologia specializzato nella salute e nella bellezza della pelle. Il direttore è la Dr. Elisabetta Perosino, specialista in Dermatologia e Vice Presidente ISPLAD.

Per ricevere maggiori informazioni o per prenotare contattaci.

AVVISO AI PAZIENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico.

Bibliografia

Pandel R, Poljšak B, Godic A, Dahmane R. Skin photoaging and the role of antioxidants in its prevention. ISRN Dermatol. 2013 Sep 12;2013:930164. doi: 10.1155/2013/930164. PMID: 24159392; PMCID: PMC3789494.

Condividi questo articolo
Prenota un appuntamento onlineDoctolib